Forza, passione e identità sono tre parole che descrivono lo spirito e la filosofia della Federazione Pugilistica Italiana e di tutti coloro che, a loro modo, hanno interpretato la nobile arte. Come Giuliano Gemma, l’indimenticato attore di fama internazionale, scultore, stuntman e sportivo, scomparso il 1° ottobre 2013, che non ha mai lesinato energie per diffondere i valori della boxe, tanto nel cinema quanto nell’arte. Dal 2016 la Federazione Pugilistica Italiana rende omaggio all’interprete romano, protagonista di tanti film di successo, con un Premio che viene assegnato non solo ai migliori boxeur, ma anche a registi, attori, artisti, musicisti, uomini e donne che si sono contraddistinti per meriti sportivi e sociali. Lo scorso 26 febbraio, al Salone d’Onore del CONI, per la quarta edizione del Premio Giuliano Gemma, c’era anche il pugile Emanuele Blandamura che ai presenti ha raccontato l’importanza e la grandezza del progetto Sport e Salute: Benessere Per Tutti!, di cui è ambasciatore e testimonial.

 

Redazione

Author Redazione

More posts by Redazione

Leave a Reply