Creare una nuova cultura per favorire la nascita di una società sempre più inclusiva, equa, consapevole ed attiva. Una sfida non indifferente, ma assolutamente avvincente. Con ogni probabilità, e con un gioco di parole, anche vincente. Facendo leva sullo sport, sul suo linguaggio universale, sulla sua capacità di stimolare l’immaginario collettivo e di trasferire nelle persone quei valori positivi che costituiscono i pilastri della società, OPES si rivolge alle future generazioni con l’intento di migliorare un po’ alla volta il mondo in cui viviamo. Per raggiungere il suo nobile obiettivo, si affida ad iniziative e progetti, capaci di veicolare messaggi universali e di alzare l’attenzione su diverse tematiche sociali. “Sport e Salute: Benessere Per Tutti!”, in tal senso, è un esempio lampante. L’iniziativa, che è cofinanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, oltre a ridefinire la funzione sociale dei centri sportivi, sta sperimentando nuove ed innovative forme di welfare leggero e sta offrendo servizi gratuiti a quelle persone che si trovano ai margini della società. Da quando l’Italia ha conosciuto la parola pandemia, con tutti suoi effetti, le sue conseguenze e restrizioni, OPES, anche grazie a “Sport e Salute: Benessere per Tutti!”, si sta impegnando a fornire assistenza ai bambini e ai teenager italiani alle prese con la didattica a distanza e con l’impossibilità di praticare la disciplina sportiva preferita. Non potendo andare in palestra, in piscina, al campo da calcio o al centro sportivo, lo sport ha deciso di incontrarli, a distanza ed on-line, e di mantenerli attivi, in salute ed impegnati. La funzione sociale di quel mondo chiamato “sport” non è mai venuta meno.

 

Nelle prossime settimane, grazie anche a quella fantastica rete di associazioni, organizzazioni e realtà che con OPES condividono obiettivi e valori, verranno realizzate diverse iniziative rivolte soprattutto agli studenti di tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado. Dai bambini della materna fino ai teens degli istituti secondari di secondo grado, la futura classe dirigente del Paese sarà coinvolta in iniziative di carattere nazionale o locale. Il primo appuntamento del mese di aprile, ad esempio, è fissato per il giorno 15, quando OPES, con il progetto “Sport e Salute: Benessere per Tutti!”, parteciperà all’evento live di CPD Consulta “Non il solito Tema”. A partire dalle ore 10:00, in diretta streaming, sarà affrontato con gli studenti di oltre mille istituti scolastici italiani il seguente focus: il potere dello sport, soprattutto per superare le difficoltà. Sarà una mattinata di sensibilizzazione che abbatterà le barriere culturali, consentendo ai giovani e giovanissimi di conoscere le storie di atleti ed artisti disabili e, allo stesso tempo, di comprendere il valore della vita e la forza dello sport. La giornata del 15 aprile sarà soltanto uno dei tanti passi che saranno compiuti accanto agli studenti. I successivi, ad esempio, vedranno proprio i giovani diventare degli opinion leader, dei motivatori e degli ambasciatori del benessere. Grazie alle lezioni di attività motoria a distanza che saranno divulgate tramite le piattaforme informatiche delle scuole di ogni ordine e grado, gli studenti coinvolgeranno i loro genitori e nonni in semplici esercizi che migliorano la qualità della vita e mantengono il corpo in forma ed in salute.

 

Per conoscere tutte le azioni che vedranno impegnato in prima battuta il progetto “Sport e Salute: Benessere per Tutti!”, non vi rimane altro da fare che seguire gli sviluppi e gli aggiornamenti.

Redazione

Author Redazione

More posts by Redazione

Leave a Reply